Fa caldo anche per Fido: dall’Enpa un vademecum per proteggerlo

Temperature troppo alte possono nuocere alla salute dei nostri amici a quattro zampe. E visto l’ondata di caldo che in questi ultimi giorni sta investendo un po’ tutta l’Italia, l’Enpa (Ente nazionale protezione animali) ha messo a punto un vademecum per far trascorre a Fido un’estate più fresca e serena.

Innanzitutto, occorre garantirgli sempre un luogo all’ombra e ventilato, oltre che dell’acqua fresca. Meglio somministrare anche cibo leggero, più facile da digerire.

Mai lasciare Fido in auto sotto il sole: in questo periodo la temperatura nell’abitacolo sale rapidamente, anche con i finestrini aperti, e può raggiungere fino i 70 gradi. Rinchiuderlo nella vettura significherebbe condannarlo a morte. Anzi, se si dovesse notare un animale chiuso all’interno di un’automobile e non si riuscisse a rintracciare il proprietario, chiamare subito le forze dell’ordine. Nel frattempo, si può creare dell’ombra sistemando alcuni giornali sul parabrezza e, se i finestrini non sono completamenti chiusi, gettare dell’acqua per bagnare il quattro zampe.

In caso di ipertermia – alcuni sintomi sono difficoltà a respirare, pelle che scotta o perdita d’equilibrio – provvedere ad abbassare la temperatura, bagnando il cane con acqua fresca e applicando all’interno coscia i siberini (contenitori quadrati che contengono acqua ghiacciata), coperti con una busta o del tessuto.

Sono assolutamente da evitare le passeggiate durante le ore più calde della giornata, anche perché il nostro quattro zampe si potrebbe scottare le zampe con l’asfalto rovente. E quando si esce, portare con sé sempre una bottiglietta dell’acqua e una ciotola, inoltre proteggere l’animale dalle scottature solari applicando, prima di uscire, una crema solare ad alta protezione alle estremità bianche e sulle punte delle orecchie. Evitare quando fa troppo caldo, anche, gare e attività sportive.

Con le temperature elevate, aumenta il rischio di contrarre pulci e zecche. Per questo motivo, meglio applicare preventivamente un antiparassitario adatto alla specie e alla taglia, capace di proteggere pure dai flebotomi (sono simili alle zanzare), che possono trasmettere la Leishmaniosi. In commercio sono disponibili anche preparati a base di olio di Neem, potente disinfettante e antiparassitario, che non presenta alcuna controindicazione.

Infine, per gli animali selvatici lasciare a disposizione una ciotolina di acqua, non profonda, ricordando di cambiarla almeno una volta al giorno. Meglio se a terra. Chi ha balconi e terrazzi può creare piccole zone d’ombra con le piante.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto