Correre fa bene alla schiena: riduce il rischio di ernie del disco

Le persone che vanno a correre regolarmente, anche per pochi chilometri alla settimana, hanno una spina dorsale più sana e meno a rischio di ernie del disco. Viene così sfatato il mito che sosterrebbe il contrario. La scoperta è della Deakin University in Australia, che sull’argomento ha condotto uno studio, poi pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

Per giungere a tal risultato, sono stati reclutati 79 adulti tra uomini e donne – due terzi dei quali corridori abituali – suddivisi in tre gruppi sulla base delle distanze percorse: quello che compie più di 50 chilometri a settimana, quello di chi ne riesce a fare tra 20 e 30, e quello degli inattivi. Fornendo a tutti, per una settimana, un accelerometro per quantificare l’esercizio svolto e studiando dopo la salute della loro schiena mediante risonanza magnetica, si è, quindi, osservato che nei corridori i dischi intervertebrali sono più grandi e con una maggior quantità di fluido all’interno rispetto ai sedentari. E questo indipendentemente dai chilometri percorsi.

Attraverso un altro esperimento, invece, si è verificato che anche una camminata veloce, a circa sette chilometri all’ora, è sufficiente per tenere la schiena più in salute e meno affetta da ernie.

Pin It on Pinterest