L’endorsement e le fake news: Orlando spiazza tutti e sceglie Lannino…

Nella giornata dell’endorsement organizzato, che coinvolge testimonial palermitani, nazionali e internazionali (tutti a favore del sindaco uscente), ce n’è uno che suona come una provocazione proprio contro questa moda. E il protagonista è proprio Leoluca Orlando. Il suo endorsement è talmente incredibile da non avere bisogno di ulteriori chiarimenti sulla bravura tecnica di chi ha saputo creare questa adorabile fake news.

La fotografia è del periodo 1999/2000, l’indizio che lo rivela è la cartellina sulla scrivania che risale al periodo della visita a Palermo di Hillary Clinton. Un particolare ininfluente se paragonato all’altro foglio che il sindaco tiene in mano: la foto elettorale di Franco Lannino, il fotoreporter di Studio Camera candidato in Palermo Prima di Tutto, cioè con Ferrandelli.

Lannino è uno che la campagna elettorale l’ha presa sul serio. Ore e ore in giro con il suo vespino a raccontarsi a Palermo, a raccontare il motivo per cui ritiene necessario voltare pagina. Poi c’è anche un lato pop che ha segnato la sua comunicazione. Tanta fantasia e investimenti zero se si esclude il tempo impiegato per creare una campagna virtuale giocata su Facebook. E l’ultimo colpo da maestro è proprio l’endorsement di Orlando a suo favore.

Ho cercato il testimonial più adeguato e mi sembra che Orlando sia all’altezza delle mie aspettative. Apprezzo la sua sportività e mi dispiace non potere ricambiare. Non posso fermare il cambiamento e per questo ho deciso di votare Ferrandelli”. Del resto si dice che il confine tra vero e virtuale, in rete, sia ormai molto sottile. E poi chi di endorsement ferisce…

Pin It on Pinterest