Stefania Sandrelli e il cinema, una lunga storia d’amore

Stefania Sandrelli debutta giovanissima come attrice. Nata il 5 giugno 1946, a quindici anni vince il concorso di bellezza per miss Viareggio e ottiene un ruolo nel film Gioventù di notte (1961) di Mario Sequi. Luciano Salce, colpito dalla sua bellezza, le offre una parte nel film Il Federale (1961) accanto a Ugo Tognazzi e Gianni Agus. Ma la notorietà la ottiene l’anno dopo, con il film Divorzio all’italiana (1962) di Pietro Germi, interpretando il ruolo di Angela di cui il protagonista, Fefé (Marcello Mastroianni) si invaghisce perdutamente.
I giornali parlano di lei anche per la relazione scandalosa iniziata nel 1961, minorenne, con il cantante Gino Paoli, allora già sposato e in attesa di un figlio dalla moglie legittima. Paoli si esibiva a La Bussola e la Sandrelli, cui piaceva moltissimo, andò a sentirlo cantare il giorno del suo quindicesimo compleanno. Iniziò così la loro storia d’amore, che durerà otto anni e dalla quale nel 1964 nascerà la figlia Amanda. A Stefania Paoli dedicò la sua canzone più famosa, Sapore di sale.
Tra i suoi film Sedotta e abbandonata (Germi 1964), Io la conoscevo bene (Antonio Pietrangeli 1965), Il conformista (Bernardo Bertolucci 1970), Alfredo Alfredo (Germi 1972), C’eravamo tanto amati (Ettore Scola 1974), Novecento (Bertolucci 1976), La terrazza (Scola, Nastro d’argento 1980 come miglior attrice non protagonista), La chiave (Tinto Brass 1983), Speriamo che sia femmina (Mario Monicelli 1986), La famiglia (Scola 1986), Mignon è partita (Francesca Archibugi, David di Donatello 1989 come miglior protagonista e Nastro d’argento non protagonista), La cena (Scola, Nastro 1999 non protagonista), L’ultimo bacio (Gabriele Muccino, David e Nastro 2001 come non protagonista), Figli (Marco Bechis, David 2002 non protagonista), La prima cosa bella (Paolo Virzì 2010), Il giorno in più (Massimo Venier 2011).
Alla provocante sensualità dell’inizio della sua carriera, si aggiunge una svolta con il film La Chiave di Tinto Brass in cui interpreta una parte di prorompente erotismo. Durante gli anni ’80 la Sandrelli si impegnò in pellicole che ne esaltavano più la bellezza, decisamente il lato sexy piuttosto che le doti recitative, come L’attenzione e Una donna allo specchio. Ma con film come Speriamo che sia Femmina, La famiglia e Mignon è partita ottiene numerosi meritati riconoscimenti di prestigio.
A partire dal 2000 si dedica a serie televisive di grande successo, come quella del Maresciallo Rocca con Gigi Proietti. Nel 2005 riceve il Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia.
Ha ricevuto nel 2006 il Nastro d’Onore e il Globo d’Oro alla carriera dalla stampa estera in Italia, e nel 2007 il Premio Internazionale Flaiano alla carriera. Il suo ultimo film, Il crimine non va in pensione, è un film-commedia diretto da Fabio Fulco che uscirà nelle sale cinematografiche il 15 giugno 2017.


Timeline del 5 giugno, a cura di Filippo Barbaro

1224 – Federico II di Svevia fonda l’Università degli Studi di Napoli
1944 – Più di 1.000 bombardieri britannici sganciano 5.000 tonnellate di bombe sulle batterie di artiglieria tedesche della costa di Normandia come preparazione per il D-Day
1947 – Piano Marshall: Il Segretario di Stato degli Stati Uniti George Marshall propone l’aiuto economico per i paesi d’Europa
1968 – Sirhan Sirhan spara a Robert Kennedy all’Ambassador Hotel di Los Angeles, California. Kennedy morirà il giorno dopo
1981 – Inizio ufficiale dell’epidemia di AIDS
2012 – Atterraggio del rover Curiosity su Marte, lanciato il 26 novembre 2011

I NATI OGGI

1898 – Salvatore Ferragamo, stilista di moda
1898 – Federico García Lorca, poeta e drammaturgo spagnolo
1943 – Michele Guardì, regista e autore televisivo
1944 – Massimo Cacciari, filosofo, politico e accademico
1946 – Stefania Sandrelli, attrice
1947 – Laurie Anderson, performance artist, musicista e scrittrice statunitense
1954 – Peter Erskine, batterista statunitense
1957 – Enrico Ruggeri, cantautore, scrittore e conduttore televisivo
1963 – Karl Sanders, cantante, chitarrista e bassista statunitense
1969 – Marina Rei, cantautrice, percussionista e batterista
1972 – Rosario Palazzolo, scrittore, attore e regista teatrale

 

 

Pin It on Pinterest