Alessandro Di Battista al Massimo per sostenere il candidato sindaco Ugo Forello

È stato il primo vero bagno di folla. Una piazza che profumava ancora di crema solare, il popolo a Cinquestelle (e non solo) che ha rinunciato alle ultime ore di mare del primo vero week end estivo per accogliere a Palermo Alessandro Di Battista, una delle più amate icone grilline.

È stato il primo vero bagno di folla. Una piazza che profumava ancora di crema solare, il popolo a Cinquestelle (e  non solo) che ha rinunciato alle ultime ore di mare del primo vero week end estivo  per accogliere a Palermo Alessandro Di Battista, una delle più amate icone grilline. E, cosa non secondaria, a sostenere Ugo Forello, impegnato nella rincorsa ad un ballottaggio che sembra sempre più vicino. E la risposta è stata più che soddisfacente, piazza Verdi si è riempita quanto bastava per far sorridere lo staff del candidato sindaco. Dal palco davanti al Teatro Massimo Forello non si è risparmiato, ha scaldato la folla prendendo di petto Orlando (“Ci denigra e poi copia il nostro programma”), ha preparato la platea per Di Battista, l’uomo che Beppe Grillo ha mandato in avanscoperta prima della sua “apparizione” di mercoledì. E il Diba, reduce dal faticoso tour odierno di 3 tappe in Sicilia, ha puntato forte sui temi cari ai Cinquestelle: onestà, incorruttibilità, necessità di ricambio della classe dirigente. Sono stati sufficienti questi richiami per infiammare una piazza già felice di gettarsi alle spalle il recente caos in salsa siciliana. Il finale con un must d’obbligo da queste parti: “La mafia è una montagna di merda”, senza se e senza ma. Da Piazza Verdi è tutto, la linea passa a Grillo.

Pin It on Pinterest