Mafia Messina, Dia confisca beni all’imprenditore Salvatore Santalucia

Un patrimonio di 28 milioni di euro è stato confiscato all’imprenditore messinese Salvatore Santalucia. L’operazione è stata eseguita dalla Dia (Direzione investigativa antimafia) di Messina in collaborazione con quella  di Catania. Il provvedimento è stato firmato dal Tribunale di Messina. All’uomo, che lavora nel settore edile e agricolo, sono stati confiscati diversi beni riferibili a fabbricati, terreni, conti correnti bancari e veicoli.

Dalla indagini gli inquirenti hanno delineato un quadro di connivenze con i clan di Messina e Catania. E di rapporti strettissimi, con la mafia di Barcellona Pozzo di Gotto e dei Santapaola della città etnea.

Pin It on Pinterest