Ci pensa l’orsetto Ector a proteggere i bambini dal fumo passivo

Un orsetto speciale per tenere lontano il fumo passivo dai bambini. Si chiama Ector ed è in grado di tossire ogni volta che qualcuno, fumando, sta minacciando la loro salute. A lanciare il “peluche-sentinella”, una collaborazione tra le aziende Roche e Trudi, con il patrocinio di Women against cancer in Europe (Walce).

Ector non si presta a essere, quindi, solo compagno di giochi dei più piccoli ma, in un modo davvero singolare, li educa anche a tenersi alla larga dai fumatori. D’altra parte, “il fumo indiretto – spiega Giulia Pasello, dirigente medico all’Istituto Oncologico Veneto di Padova – è nocivo quanto quello diretto, ed è strettamente correlato allo sviluppo di tumori, malattie del sistema cardiocircolatorio e respiratorio, sia negli adulti che nei bambini”. Non solo. “In Italia – prosegue la dottoressa – ci sono circa 150-300 mila bronchiti e polmoniti sotto i 18 mesi, patologie che si possono ricondurre anche all’esposizione cronica al fumo e causano circa 15 mila ospedalizzazioni nei reparti pediatrici”.

Dal prossimo autunno, Ector The Protector Bear sarà portato pure nei corsi pre-parto di alcune città italiane, perché “la vera prevenzione precoce – si continua a leggere su Ansa – inizia dentro le mura di casa, e i genitori non devono incarnare un modello negativo per i propri figli”. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www. ectortheprotector.com.

Pin It on Pinterest