Il G7 a tavola: è la nuvola caprese ad aprire il menù dello chef Pino Cuttaia

È una nota prettamente siciliana a contraddistinguere il pranzo preparato, oggi, per le “prime donne” del G7. Il finocchietto, i ‘tenerumi’, l’arancino, la melanzana e il cannolo sono, infatti, tra i principali ingredienti utilizzati dallo chef agrigentino Pino Cuttaia per deliziare i loro palati e lasciare un buon ricordo del luogo che li sta ospitando. A tal proposito, il cuoco stellato ha detto: “Mi sono concentrato sul territorio e sul bello e unico che ha la Sicilia”.

Ad aprire il menù, una nuvola caprese seguita da baccalà all’affumicatura di pigna. Poi le trasparenze di ‘tenerume’ (le primizie di verdura) di cocuzza e arancino di riso con ragù di triglia e finocchietto selvatico. Per secondo, invece, una ricciola lisciata all’olio di cenere e per finire, come dolce, una cornucopia di cialda di cannolo con ricotta e arancia, un classico dello chef Cuttaia. Il tutto accompagnato dallo spumante Sosta Tre Santi Carricante Brut Metodo Classico 2014 di Nicosia, un Etna rosso, Trimarchì 2014 di Tornatore, e un Etna bianco Arcurìa del 2015 di Graci.

Non sono mancate, nel frattempo, le polemiche sulla scelta del cuoco per il pranzo offerto dal sindaco di Catania, Enzo Bianco, alle mogli e ai mariti dei Grandi del G7 che si sta tenendo a Taormina. In particolare, a far storcere il naso ai consiglieri comunali di Fratelli D’Italia Manlio Messina e Ludovico Balsamo, sarebbe stata – come si legge su L’Urlo – la decisione del primo cittadino di preferire uno chef agrigentino a uno catanese.

Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto
Usb, manifestazione stop glifosato

Stop glifosato, tavolo di coordinamento all’Ars. Usb: “Stop pesticidi. Diritto alla sovranità alimentare”

Venerdì 11 gennaio alle ore 10:30 in Assemblea Regionale Siciliana, nella Sala Rossa “Pio La Torre”, il tavolo di coordinamento Stop glyphosate La Federazione del Sociale USB Catania, insieme agli altri firmatari del manifesto "StopGlifosato", parteciperà, presso  l'Assemblea regionale siciliana, ...
Leggi Tutto