Sei a dieta ma non dimagrisci? La spiegazione sta nel cervello

Talvolta capita, nonostante sacrifici e dure restrizioni alimentari per mantenersi in forma, di non perdere peso. Dalla scienza adesso arriva la spiegazione: secondo uno studio condotto dall’Università di Cambridge e pubblicato sulla rivista eLife, questo sarebbe dovuto al fatto che l’organismo, di fronte a una riduzione delle risorse a disposizione, compensa bruciando meno. Da qui lancette della bilancia ferme o poco oscillanti verso i chili desiderati.

In particolare, gli studiosi inglesi avrebbero trovato la ragione di questo meccanismo in un gruppo di neuroni presenti nella zona dell’ipotalamo, i cosiddetti Agrp o “neuroni della fame”. Quando queste cellule vengono attivate, siamo spinti a mangiare, me se non c’è cibo disponibile, agiscono per far risparmiare energia, limitando la perdita di peso. Inoltre – si legge su Ansa – i neuroni Agrp funzionerebbe come una sorta di “centralina”, registrando quanto energia viene incamerata e quante calorie vengono bruciate.

La ricerca è stata condotta su alcuni topi collocati all’interno di camere speciali, in grado di misurare il loro dispendio energetico e di misurare da remoto tramite delle sonde la loro temperatura, in diversi contesti di disponibilità di cibo. Gli studiosi sperano che i risultati così ottenuti possano ora portare allo sviluppo di nuove terapie contro il sovrappeso e l’obesità. A chi vuole dimagrire, invece, consigliano di adottare una strategia che preveda una riduzione moderata dell’apporto calorico e soprattutto l’attività fisica.

Pin It on Pinterest