Claudia Rini, i progetti di una ‘grande sorella’: “Lavorare nei quartieri a rischio per formare i cittadini del futuro”

Se la sua voglia di fare si potesse trasformare in voti sarebbe già in Consiglio Comunale. Claudia Rini, 29 anni, laureata in psicologia, diplomata in pianoforte al Conservatorio, operatore specializzata della scuola (figura sinergica alle insegnanti di sostegno), è alla sua prima candidatura, ma il clima da campagna elettorale lo conosce bene per averlo vissuto al fianco del fratello Antonio, già consigliere provinciale e attuale sindaco di Ventimiglia.
Un’esperienza fondamentale – sottolinea Claudia Rini – sul piano delle relazioni e del confronto. Ma ad essere sinceri, essere impegnati in prima persona è un’altra cosa. Si sente il peso della responsabilità di creare un rapporto diretto con uomini e donne ai quali chiedi fiducia. Molto faticoso, specie in una città dalle mille articolazioni come Palermo”.
L’idea della candidatura deriva dal lavoro che da tempo ha avviato a Ballarò. Un progetto che si chiama Qusì, sostenuto dall’Ordine degli psicologi di Sicilia e che riunisce le sue diverse competenze.
Si tratta di un laboratorio musicale per i bambini del quartiere Albergheria. Un trasferimento di sapere che non si limita al semplice insegnamento della musica ma vuol essere anche un momento di aggregazione. Da consigliere comunale mi piacerebbe coinvolgere anche altri quartieri a rischio in iniziative capaci di determinare sviluppo culturale. Lavorare oggi con i bambini significa prepararli a diventare i buoni cittadini del domani”.
La scelta di aderire al cartello di Leoluca Orlando – è candidata nella lista 139 – è stata naturale. “Alla nostra generazione spesso si chiede di progettare il presente, io credo che ciò sia possibile soltanto se si vive con impegno il presente. Per questo desidero dare il mio contributo al cambiamento che Palermo ha già avviato“.

Lampedusa, il Garante detenuti visiterà hotspot dopo gli incidenti

Il Garante nazionale delle persone detenute o private della libertà personale aveva da tempo programmato una nuova visita all'hotspot di Lampedusa per verificare in che modo le autorità locali e nazionali hanno ritenuto di affrontare le criticità in passato più ...
Leggi Tutto

Lampedusa, carabiniere ferito. Pagano: “Dov’è il Pd? Boldrini perché non si indigna?”

"Giù le mani dalle forze dell'ordine, stop ai clandestini. A Lampedusa abbiamo toccato uno dei punti di non ritorno sul fronte emergenza immigrati: un carabiniere è stato ferito da un gruppo di tunisini clandestini che ha scagliato una sassaiola contro ...
Leggi Tutto
Bruno Marziano ci riprova alle politiche: "Sono un aspirante candidato". E sui collegi uninominali: "Sono come le Olimpiadi"

Bruno Marziano: “Collegi uninominali come Olimpiadi, si va per partecipare”

"Io in questo momento sono un aspirante candidato. Ci sono 20 uscenti, 30 aspiranti e 10 posti per gli eletti, più o meno. Però c’è sempre un rapporto maggiore di quando compri il biglietto della lotteria. In quel caso è ...
Leggi Tutto
Valentina Zafarana, capogruppo del M5S all'Ars, attacca Sgarbi: "Ha un seggio sicuro al Senato? Ha preso in giro i siciliani, vada via subito"

Zafarana (M5S): “Sgarbi ha un seggio sicuro al Senato? Ha preso in giro i siciliani, vada via”

"Sgarbi ha un seggio sicuro al Senato con Berlusconi? Vada via subito, ha preso in giro i siciliani. Anzi, sia Musumeci a fare la prima cosa buona del suo mandato, lo cacci. È inammissibile che la Sicilia sia stata usata ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest