Catania, canile abusivo gestiva 82 cani affidati dal Comune: due indagati

Recinzione in parte divelta, condizioni igienico-sanitarie carenti e nessun veterinario per l’assistenza agli animali. La Polizia è intervenuta all’interno di un canile di Catania, risultato poi, secondo quanto riferito dagli agenti, abusivo. Il Comune gli aveva affidato 82 cani, fornendo anche i farmaci necessari per le loro cure.

Al controllo hanno preso parte anche i veterinari dell’Asp e il personale della Direzione ecologia e ambiente del Comune. Gli operatori hanno riscontrato significative criticità per il trattamento e il benessere degli animali. Gravi carenze anche nelle condizioni igienico-sanitarie della struttura. Il canile aveva inoltre una recinzione in pessime condizioni. I cani riuscivano a uscire e rientrare con facilità. E i controlli sono scattati proprio partendo dalle denunce di aggressione da parte dei cani fuoriusciti dal canile sporte da diverse persone.

I due responsabili del canile sono stati indagati per detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e perché i rifiuti organici sono stati smaltiti in modo illegale.

Pin It on Pinterest