Migranti, il capo della Polizia blocca gli sbarchi ma solo per il G7 di Taormina

“Si è reso necessario attuare,  a partire da oggi,  una riduzione progressiva degli sbarchi a Messina e poi in tutta la Sicilia, evitando di impegnare i porti dell’isola: Messina dal 18 al 28 maggio, tutti gli altri dal 22 al 28 maggio”. E’ quanto scrive il capo della Polizia Franco Gabrielli, in una direttiva riservata che, di fatto, dispone lo stop agli sbarchi di clandestini sulle coste siciliane. Il provvedimento però sarà solo in vigore per il periodo di svolgimento del G7 di Taormina.

Si teme, infatti, come segnalato dal dipartimento di pubblica sicurezza che sui barconi possa esserci qualche soggetto appartenente a frange terroristiche islamiche. E per prevenire eventuali attentati verrà predisposta, lungo l’intera fascia costiera siciliana, una mappatura con particolare attenzione alle zone turistiche.

Un documento nato anche in relazione al flusso dei migranti che arrivano nella nostra isola che, in questi giorni, è notevolmente aumentato. E le centotrenta pagine della nota di Gabrielli, che racchiudono anche altri aspetti: dalla logistica ai numeri di militari impiegati sul campo e alle tipologie organizzative, sono una sorta di “modus operandi” per consentire in sicurezza lo svolgimento dello stesso G7.

Presidiati da oggi, i porti di Ragusa, Siracusa, Catania e Messina dove eventuali barconi di immigrati non potranno più attraccare, ma verranno condotti verso altri porti.

 

Pin It on Pinterest