Mazara del Vallo, sequestrato ieri da libici un peschereccio. Forse oggi liberato l’equipaggio

“Non ho personalmente parlato con l’equipaggio, ma mi hanno detto che stanno bene e che hanno trascorso una notte tranquilla a bordo. Adesso attendo, da quello che mi è stato fatto capire, che mi venga comunicato l’importo della multa da pagare per il rilascio”.

Con queste parole Domenico Asaro, di professione armatore ha voluto sottolineare la sua amarezza di fronte alla notizia dell’ennesimo sequestro di un suo peschereccio. Si tratta del  “Ghibli Primo”, sequestrato ieri mattina da miliziani libici a largo di acque internazionali, a 25 miglia circa dalla zona di Bomba, nell’area di Tobruk. Il mezzo è stato poi condotto nel porto di Ras al Helal.

“Viviamo ormai una situazione insostenibile – ha concludo Asaro – che dura da almeno 20 per i continui sequestri subiti. Non ce la facciamo più”.

 

Pin It on Pinterest