Maria Grazia Pillitteri, in Vespa contro violenze e bullismo. “In Consiglio Comunale per difendere i giovani e la fasce più deboli”

Un avvocato con la passione per la politica e la vocazione per la comunicazione. Maria Grazia Pillitteri il mondo della politica l’ha già sondato da Esperta del sindaco di Ficarazzi con delega alla Legalità e contro la Violenza di genere. In radio dà sfogo al desiderio di contatto con il pubblico, conducendo con Anna Cane ed Elisa Martorana il “Giovedì Rosa” su Radio Tv Azzurra. E, se non bastasse, contribuisce in maniera fondamentale al successo di “Vittinavespa”, progetto che coniuga la passione per le Vespe storiche a quella della scoperta del territorio. Ma a guardare il suo curriculum, le sorprese non mancano: dalla realizzazione di calendari per la legalità ai corsi di autodifesa Krav Maga, contro il bullismo e l’aggressione alle donne.
Si presenta a questa campagna elettorale al fianco di Leoluca Orlando, nella lista Mosaico Palermo, ben conoscendo la difficoltà della competizione, quest’anno resa ancora più dura dalla diminuzione dei posti in Consiglio Comunale.
“Palermo è una delle città più belle del mondo e per questo dobbiamo averne cura e rispetto – esordisce Pillitteri -. Viviamo un tempo in cui è necessario un impegno serio e costante in difesa dei giovani e delle fasce più deboli, così come è indispensabile creare i presupposto perché le nuove generazioni trovino il loro spazio adeguato”.
Della precedente esperienza amministrativa porta con sé il desiderio di creare centri antiviolenza e sportelli di ascolto.
“Sappiamo quanto sia importante la prevenzione contro ogni forma di violenza ma anche l’assistenza. Le istituzioni hanno il dovere di essere garanti di legalità e di rispetto della persona. E per fare tutto ciò bisogna avere progettualità per potere accedere anche a finanziamenti europei”.
Per il giorno 21, Pillitteri ha costruito un evento su questo tema utilizzando la sua passione per le moto.
“Abbiamo voluto intitolare la manifestazione La Vespa è donna, una passeggiata in vespa e moto in ricordo delle donne vittime di femminicidio e violenza di genere. Una maniera diretta per sensibilizzare i cittadini sui tanti casi di violenza di cui purtroppo le cronache continuano a parlarci. Ci raduneremo alle 9 del mattino a piazza Verdi per questa passeggiata che ci porterà fino al ReUse di via dell’Arsenale, sede di una esposizione di Vespe vintage e di una mostra fotografica (“Woman for Woman”) di Elisa Martorana. Nell’ambito dell’evento anche un monologo di Salvo Piparo e soprattutto la testimonianza in diretta di Lidia Vivoli, una donna scampata al femminicidio.

Susinno mondello rifiuti Deiezioni canine, Susinno (SC): "Apprezzamento per gli interventi straordinari, aumentare le sanzioni"

Mondello, incubo discarica. Susinno: “Residenti pronti alle barricate”

Il consigliere comunale di Sinistra Comune Marcello Susinno, con la stagione estiva alle porte, esorta l'amministrazione a una nuova strategia per quanto concerne i rifiuti nella borgata marinara di Mondello. "Contenitori spostati da un luogo ad un altro, non so ...
Leggi Tutto
La sanità come fattore di sviluppo economico e sociale nell'intervento del vice presidente dell'Aiop Barbara Cittadini durante le Assise generali di Confindustria

Aiop, la siciliana Barbara Cittadini è stata eletta presidente nazionale

Barbara Citadini è stata eletta nuova presidente dell'Aiop, l'Associazione italiana ospedalità privata, al termine dell'assemblea nazionale di Roma. Si tratta della prima donna alla guida dell'associazione. In un breve discorso al termine dell'elezione ha promesso agli addetti ai lavori Cittadini ...
Leggi Tutto

“Orto in Arte”, eterno dialogo tra uomo e Natura

Al via “Orto In Arte”, il festival internazionale che ha come focus il rapporto tra Natura e Arte con ospiti da tutto il mondo, che si terrà dal 26 maggio al 2 giugno presso l'Orto Botanico di Palermo. Sette giorni ...
Leggi Tutto

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest