Dai, Trapani, un ultimo sforzo. Tre punti col Cesena potrebbero significare salvezza

Il Trapani giocherà domani alle 18 al Provinciale quella che, si spera, sarà l’ultima partita casalinga del campionato. Sì, perché una vittoria contro il Cesena, nella penultima giornata della Serie B, potrebbe dare una grossissima spinta verso il traguardo della salvezza, qualora da Cittadella, dov’è impegnato il Vicenza, e da Terni, dove la squadra di Liverani ospita la capolista Spal, dovessero arrivare risultati favorevoli ai granata. E chissà, se l’Avellino dovesse non vincere il derby casalingo con la Salernitana, potrebbe essere trascinato nella bagarre salvezza. Ancora 24 ore di attesa.

La squadra di Calori potrebbe riconquistare la Serie B, nel quarto anniversario della storica promozione tra i cadetti, il 12 maggio del 2013. Un risultato che sembrava irraggiungibile, pochi mesi fa. Invece, mai come adesso sembra tanto vicino.

Al Provinciale si giocherà alle 18, quando le altre avranno già giocato. Un vantaggio, conoscere gli altri risultati o una pressione in più? “Poco influisce – dice Alessandro Calori, allenatore del Trapani alla vigilia – perché dobbiamo giocare la partita col massimo impegno, come le altre. Più si avvicina l’obiettivo, meglio bisogna gestire le emozioni, il nervosismo. Su questo lavoriamo in settimana. Per questo, non farò vedere ai ragazzi le altre partite. Saremo in ritiro e penseremo alla nostra gara. Non dobbiamo sprecare le energie, perché ne abbiamo sprecate tante per arrivare dove siamo. In pochi ci credevano, ma ora bisogna proteggere questo momento. Dobbiamo vincere, non abbiamo alternative”.

Calori non ha rivelato nulla della formazione, nemmeno il nome di chi tra Nizzetto e Fausto Rossi sostituirà Colombatto partito con la Nazinale argentina per il Mondiale under 20. “Abbiamo fatto di tutto per trattenerlo e potevamo obbligarlo, ma avremmo avuto un giocatore scontento che non ci sarebbe servito”, ha detto Calori.

Naturalmente, il Cesena non arriva a Trapani già battuto, anche se, praticamente salvo, a 49 punti. “Loro hanno un organico importante, sono una delle squadre che sta meglio. Questa partita si affronta con lo spirito di mettere tutti noi stessi e con un’idea di gioco che è la nostra costante. Noi abbiamo il reparto d’attacco più prolifico della Serie B nel girone di ritorno, anche se non abbiamo il bomber. Dobbiamo seguire la strada che abbiamo tracciato, con l’idea di portare a casa il risultato.

Una grossissima mano ai ragazzi del Trapani arriverà dal solito, generosissimo pubblico: “Il pubblico è sempre stato pronto a aiutarci e senza dubbio lo farà anche domani”, ha detto il tecnico. “Non abbiamo fatto nulla di normale, perché in ogni partita abbiamo dovuto tentare sempre di prendere la posta grossa. Anche domani dovremo tentare il colpo grosso, insieme alla gente, che lo ha sempre fatto con trasporto, con affetto. Avendo sempre presente che questa squadra sta cercando di fare più del possibile per raggiungere la meta”.

Pin It on Pinterest