Prove invalsi, al liceo Cannizzaro di Palermo boicottato il test per protesta

Gli studenti del liceo scientifico Cannizzaro di Palermo hanno detto no alla prova invalsi. Stamattina il comitato studentesco ha deciso di boicottare l’esame, esprimendo il proprio dissenso nei confronti di uno strumento che “non valuta lo studente in maniera completa, poiché coinvolge solo alcune competenze, né tiene conto di fattori individuali”.

Una posizione netta che gli studenti hanno messo nero su bianco su un documento approvato all’unanimità. “I risultati dei test invalsi vengono utilizzati per valutare il livello scolastico nazionale – si legge nelle venti righe dello scritto – sulla base delle prestazioni nei test. E da queste conseguono delle penalità economiche per gli istituti che hanno riportano dei risultati negativi.  Al contrario – continuano gli studenti – dovrebbe essere compito dello Stato intervenire nelle situazioni critiche per riportarle nella norma”.

Inoltre, nello spiegare il loro gesto gli alunni del Cannizzaro si sono soffermati  su un aspetto non secondario che è quello del rapporto tra aree geografiche. “Il divario esistente tra le scuole – continuano nel documento – rispecchia la differenza tra centri e periferie e tra Nord e Sud. E conseguentemente questa politica di meritocrazia non fa che contribuire alla separazione di queste realtà. L’invalsi non è altro che un ente privato al quale lo Stato si rivolge per valutare le proprie scuole che, invece, sono pubbliche ed è per questo che vengono pagate”.

Ma la denuncia più incisiva è quella che muovono sul percorso del mancato coinvolgimento, a loro dire, degli alunni con disabilità intellettiva che “vengono estraniati dalla comunità studentesca e dalla scuola come succederebbe per qualunque altra categoria, umiliando il valore delle competenze che gli insegnanti di sostegno devono sviluppare per consentire agli alunni di svolgere i propri studi”.

Dunque, una totale bocciatura del test invalsi “come criterio di ammissione all’esame di Stato” al quale gli studenti del liceo palermitano hanno auspicato una piena adesione di tutti gli altri istituti.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto