Il cadavere di un bambino di 10 anni tra i 394 migranti arrivati a Catania

Sarebbe stato ucciso a colpi di pistola da un trafficante che voleva il suo cappellino da baseball il bambino di 10 anni che si trovava tra i 394 migranti salvati dalla nave Phoenix, della Ong Moas, attraccata oggi al porto di Catania. Al rifiuto del piccolo l’uomo gli avrebbe sparato.

L’omicidio, secondo alcune testimonianze raccolte dai soccorritori della Ong e poi confermate dall’ispezione del cadavere, sarebbe avvenuto mentre il piccolo era su un gommone. Sulla nave sono saliti gli agenti della squadra mobile di Catania e un medico legale. Non avendo valore probatorio le testimonianze raccolte dal personale della Ong, gli investigatori stanno riascoltando i migranti mentre sono in atto le operazioni di soccorso sul molo.

Pin It on Pinterest