Modica, 135 mila giocattoli sequestrati dalla Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Ragusa ha sequestrato 135 mila giocattoli non conformi ai requisiti della Comunità Europea, scoperti in un grande magazzino a Modica. Il valore dei giocattoli venduti al dettaglio sarebbe stato di circa 200 mila euro.

Nel corso delle indagini è emerso che la maggior parte dei giocattoli scoperti nel magazzino è inserita nel Rapex, un sistema comunitario di allerta rapido per i prodotti pericolosi, grazie al quale le Autorità  nazionali degli Stati membri notificano alla Commissione europea i prodotti che rappresentano un grave rischio per la sicurezza dei consumatori.

La merce è stata sottoposta a sequestro amministrativo, mentre il proprietario del magazzino è stato segnalato alla Camera di commercio di Ragusa per violazioni alla normativa che disciplina la sicurezza sui giocattoli e al codice del consumo.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto