Marco Pannella, quel libertario scomodo paladino dei diritti civili

Giacinto Pannella detto Marco, si autodefiniva un radical-socialista liberale, anticlericale, antimilitarista e gandhiano. Fu fondatore del Partito Radicale che, all’origine rappresentava l’estrema sinistra in parlamento. Nello stesso tempo affermò di guardare anche alla Destra Storica del Paese e questo suo ampio modo di vedere lo porterà spesso ad essere tacciato di inaffidabilità da parte dei suoi avversari politici. Non giornalisticamente sintetico, preferiva intrattenersi in lunghe conversazioni su Radio Radicale. E’ stato tra i personaggi politici più longevi e paladino di tante “battaglie gandhiane”. Si ricordano i suoi scioperi della fame e della sete, le sue disobbedienze civili e i suoi sit-in fatti per affermare il “diritto alla vita e la vita del diritto”. Il referendum è stato un altro strumento di democrazia usato da Pannella per combattere le sue battaglie. Dopo la vittoria del fronte favorevole al divorzio, affronta il tema della depenalizzazione delle droghe leggere e viene arrestato per aver fumato uno spinello. Da ricordare anche la battaglia sulla depenalizzazione dell’aborto del 1978. Fautore della libera informazione, fu di grande aiuto alla nascita delle prime televisioni private e partecipò attivamente alle prime trasmissioni in diretta con il pubblico. Trasformato il Partito Radicale in Transnazionale, si dedicò a battaglie civili di interesse mondiali, una per tutte quella contro la pena di morte. Con il docente universitario Luca Coscioni, promuove la libera ricerca scientifica, la libertà di cura e i diritti dei malati; con Piergiorgio Welby invece il rifiuto all’accanimento terapeutico e il diritto all’eutanasia. In ultimo la lotta per i diritti dei carcerati e per la realizzazione di penitenziari più consoni alla dignità umana.

Timeline del 2 maggio
1519 – Ad Amboise (Francia) muore Leonardo da Vinci
1868 – Papa Pio IX, con il breve pontificio “Dum filii Belial”, approva lo statuto della Società della gioventù cattolica italiana, quella che poi diventerà l’Azione Cattolica Italiana
1869 – Parigi: inaugurazione del teatro Folies-Bergère
1945 – Seconda guerra mondiale: Caduta di Berlino – l’Unione Sovietica annuncia la cattura di Berlino e i soldati sovietici issano la bandiera rossa sul Reichstag. Le forze tedesche si arrendono in Italia
1955 – Tennessee Williams vince il Premio Pulitzer per La gatta sul tetto che scotta
1969 – Il transatlantico britannico Queen Elizabeth 2 parte per il suo viaggio inaugurale verso New York
1997 – Regno Unito: Il leader del Partito Laburista Tony Blair diventa primo ministro del Regno Unito, dopo 18 anni di governo conservatore. A 43 anni, è il più giovane primo ministro degli ultimi 185 anni
1998 – A Bruxelles viene fondata la Banca centrale europea che ha lo scopo di definire le politiche monetarie dell’Unione europea
2000 – Bill Clinton annuncia che un accesso ai servizi GPS equivalente a quello dell’esercito statunitense sarà disponibile per tutti i cittadini
2011 – Durante un assalto di Navy SEAL statunitensi presso la città di Abbottabad, in Pakistan, viene ucciso il terrorista saudita Osama Bin Laden, leader di al-Qāʿida e mandante degli Attentati dell’11 settembre 2001, con un colpo di pistola alla tempia

I NATI OGGI

1660 – Alessandro Scarlatti, compositore
1779 – John Galt, scrittore scozzese
1930 – Marco Pannella, politico
1935 – Luis Suárez, allenatore di calcio e ex calciatore spagnolo
1942 – Umberto Galimberti, filosofo e sociologo
1955 – Donatella Versace, stilista
1957 – Dore Misuraca, politico
1975 – David Beckham, ex calciatore inglese
1978 – Cristiano Pasca, attore, sceneggiatore e regista
1980 – Francesco Facchinetti, disc jockey, cantante e conduttore televisivo

 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest