Eterno Giorgio Corona. A (quasi) 43 anni segna e manda l’Atletico Catania in Eccellenza

Tra pochi giorni, il 15 maggio, Giorgio Corona festeggerà i 43 anni. E ancora, il bomber capellone, palermitano purosangue che a Palermo non ha mai giocato, segna e fa vincere le sue squadre. L’ultima rete, nel recupero del derby con il Città di Catania, è valsa la promozione in Eccellenza all’Atletico Catania, dopo un solo anno in Promozione. Un gol segnato in pieno recupero, che ha consentito alla nobile decaduta del calcio etneo di mantenere i due punti di vantaggio sull’Atletico Ragusa e tornare da dove era scesa l’anno scorso. Una vittoria che premia una scalata incredibile: a febbraio, l’Atletico aveva uno svantaggio dalla vetta della classifica di otto punti. La migliore difesa del campionato, appena 13 gol subite in 30 partite, 22 vittorie e una sconfitta e una striscia di dieci vittorie consecutive.

Se i gol di Re Giorgio, l’anno scorso non servirono a evitare la retrocessione, quest’anno, le sei reti in otto presenze dal suo ritorno in campo a gennaio, hanno contribuito, eccome, alla promozione di una squadra che ha centrato diversi record in stagione. Mai, però, quanti ne detiene il suo attaccante. Corona è uno degli attaccant più longevi al mondo. In carriera ha giocato più di 650 partite, segnando 250 gol in tutte le categorie: dalla Serie A, vissuta per un solo anno, con la maglia del Catania e con un gol al Palermo, in un memorabile derby al Barbera, alla B, col Catanzaro e il Mantova, fino ai campi di Serie C1 e C2, poi Lega Pro, anche col Messina di cui dovrebbe diventare dirigente, team manager, una volta appese le scarpette al chiodo, questa volta davvero, a fine stagione.

E’ stato un segno del destino che il suo ultimo gol fosse “pesante”, un gol per la gloria.

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra al'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto
Il futuro della Sicilia sull'asse Palermo-Roma

Società a controllo pubblico, Armao: “Tema centrale nell’azione di governo”

Nell’ambito del convegno dal titolo -Le società a Controllo Pubblico- che si terrà nell’intera giornata di oggi e di domani a Villa Malfitano a Palermo, nella sessione pomeridiana odierna, con inizio alle ore 14.30, interverrà il Vice Presidente della Regione ...
Leggi Tutto

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest