E’ il tempo del ’68, la stagione della protesta e della fantasia al potere

Era il  maggio 1968, quando in Francia esplode quella che è considerata la rivolta studentesca per eccellenza, di contestazione delle istituzioni e dei valori sociali tradizionali per l’affermazione dei diritti civili. Una rivolta dai connotati filosofici e culturali ancora prima che politici. Sono gli studenti ad animare le piazze ed ad avviare quella protesta che supererà i confini della Francia. Alla protesta degli studenti si unirono anche gli operai.

Maggio Francese del 1968 - Corteo degli studenti dopo l'occupazione della Sorbona
Moti del Maggio Francese, una ragazza (Caroline de Bendern) con la bandiera del Vietnam in corteo con gli studenti che occupano la Sorbona il 13 maggio 1968. (Ph. Jean-Pierre Rey)

Quella del 3 maggio 1968 fu una protesta che bloccò a poco a poco tutta la Francia e diede il via ad assemblee, riunioni e dibattiti in ogni luogo. Fu il periodo della fantasia al potere e di slogan “vietato vietare”, “godetevela senza freni” o “corri compagno, il vecchio mondo ti sta dietro”. Quei giorni furono ricordati da Dreamers il film di Bernardo Bertolucci che raccontava il pubblico e il privato di un gruppo di giovani studenti. In Italia in realtà il ’68 arrivò con diversi mesi di ritardo, seppure con lo stesso spirito delle manifestazioni francesi. Fabrizio De André, nell’album “Storia di un impiegato” inserì una brano dal titolo “Canzone del maggio”, riferendosi appunto a quel periodo. I temi del ’68 influenzarono le proteste del decennio successivo, sopratutto nei contesti liceali e universitari. Una voglia di cambiamento che fu presente in buona parte dell’Europa occidentale così come, nello stesso periodo, il movimento hippy si radicò in buona parte degli Stati Uniti. Ancora oggi quando si pensa al ’68 si intende rievocare una stagione di protesta e di grandi ideali di libertà.

Timeline del 3 maggio

1791 – La Dieta polacca proclama la Costituzione del 3 maggio (prima costituzione moderna in Europa)
1808 – Spagna: rivolta a Madrid contro l’occupazione di Napoleone Bonaparte, i massacri del popolo da parte dei francesi ispireranno i quadri di Francisco Goya, tra cui la tela Il 3 maggio 1808
1937 – Via col vento, un romanzo di Margaret Mitchell, vince il Premio Pulitzer
1968 – Parigi, prime cariche della polizia contro studenti in protesta: è l’inizio del Maggio francese
1979 – Regno Unito, Margaret Thatcher viene nominata Primo Ministro
1982 – Polonia, a Varsavia e in altre città, le manifestazioni di Solidarność si scontrano con la polizia
1985 – La Microsoft lancia sul mercato Excel
1998 – Jacques Chirac e Helmut Kohl firmano l’accordo sulla nomina del presidente della Banca centrale europea: è la nascita dell’euro. Provvisoriamente vale 1936,27 lire italiane
2005 – Dopo 35 anni, la Corte di Cassazione assolve tutti gli imputati della Strage di Piazza Fontana e condanna al pagamento delle spese processuali i parenti delle vittime e le parti civili

I NATI OGGI

1469 – Niccolò Machiavelli, storico, filosofo e scrittore
1845 – Pietro Barilla, imprenditore
1901 – Gino Cervi, attore
1903 – Bing Crosby, cantante e attore statunitense
1919 – Pete Seeger, cantautore e compositore statunitense
1924 – Renato Balestra, stilista
1933 – James Brown, cantante, musicista e compositore statunitense
1934 – Georges Moustaki, paroliere e cantante greco
1935 – Giorgio Bracardi, attore
1948 – Dino, cantante
1951 – Christopher Cross, cantautore statunitense
1951 – Massimo Ranieri, cantante, attore e personaggio televisivo
1957 – Dario Vergassola, comico e cantautore

 

 

 

 

Pin It on Pinterest