Agrigento, uomo condannato a 14 anni di carcere per truffa, spaccio e atti sessuali con minori

Condannato a 14 anni e 6 mesi di reclusione per rapina, truffa ai danni del Comune di Porto Empedocle, spaccio di droga e atti sessuali con minori. Ad emettere la sentenza è stata la prima sezione del tribunale di Agrigento. Si tratta di Luigi Nicastro, 43 enne di Porto Empedocle.  L’uomo non è mai stato impiegato del Comune di Porto Empedocle, ma era semplicemente beneficiario di un sussidio economico che avrebbe dovuto ricevere in cambio di una prestazione lavorativa e, invece, secondo quanto avrebbe accertato l’indagine, durante l’orario di servizio avrebbe spacciato.

Si è arrivati a lui grazie ad intercettazioni ambientali. Al telefono si vantava di andare in giro a spacciare anziché recarsi al lavoro. Nei suoi confronti il pubblico ministero Matteo Delpini aveva chiesto la condanna a 9 anni di reclusione.

Pin It on Pinterest