Taxi Uber, sospeso lo stop del servizio prenotazione via app. Governo prepara norma

Rivoluzione del settore della mobilità urbana e più in generale dei trasporti non di linea come i cosiddetti Taxi Uber. Il governo ha presentato lo scorso 22 marzo ai sindacati la bozza di un decreto interministeriale che regolamenta l’utilizzo di tecnologie di chiamata a distanza, anche con l’intento di contrastare pratiche di esercizio abusivo dei servizi di taxi e di NCC, noleggio con conducente.
Il provvedimento dovrebbe colmare il vuoto normativo evidenziato dalla vertenza Taxi Uber, che ha contrapposto i sindacati dei tassisti contro la Uber. La società multinazionale con sede a San Francisco negli Usa ha brevettato nel 2010 un sistema di intermediazione attraverso un’applicazione mobile (app) in grado di mettere in collegamento diretto passeggeri e autisti, questi ultimi anche soggetti privati, non necessariamente provvisti di licenza o patente speciale. Chiunque può chiedere di diventare autista Uber, dichiarando di possedere i requisiti stabiliti dall’azienda attraverso il suo sito web. Il servizio uberTAXI si differenzia da quello di radiotaxi, in cui non vi è alcun rapporto diretto tra utente finale e tassista.
L’Uber difende il suo servizio a prezzo pre-concordato, sostenendo che “liberalizzare il settore”, in linea con i principi generali delle norme europee, porta ad abbassare il costo di taxi e altri servizi di mobilità urbana. In Italia però il T.A.R. del Veneto ha stabilito con la sentenza n. 1373/2014 che le liberalizzazioni nelle attività commerciali, introdotta dalla cosiddetta Direttiva Bolkestein della CE, non si applica ai trasporti terrestri.
Alcune associazioni dei consumatori hanno sottolineato che, secondo l’autorità dei trasporti, i “Servizi tecnologici per la mobilità” (STM) configurano “la creazione di un nuovo e specifico segmento del mercato della mobilità urbana non di linea”, non inquadrato nella legge quadro esistente.
Il Tribunale di Roma qualche giorno fa ha ordinato di sospendere il servizio Uber in Italia accogliendo un ricorso per concorrenza sleale della categoria dei tassisti, con sentenza depositata il 7 aprile 2017. La Uber Italia a sua volta ha fatto ricorso ottenendo la sospensione dell’ordinanza. La prima udienza è fissata il prossimo 5 maggio.

Ponte sullo Stretto, Di Battista: “Berlusconi manda messaggio chiaro alla mafia”

''Berlusconi quando parla di Ponte sullo Stretto sta mandando un messaggio chiaro alla mafia. Qui il problema sono le strade, le ferrovie e le autostrade. La Sicilia l'ho girata la scorsa estate e i problemi sono altri''. Lo ha detto a Messina, ...
Leggi Tutto
Roberto Lagalla

Formazione, Assessorato firma protocollo per la legalità. Lagalla: “Opportunità educativa”

È stato stipulato un protocollo d’intesa tra l’Assessorato all’Istruzione e alla Formazione professionale e il “Pool antiviolenza e per la legalità dell’Inner Wheel Palermo Normanna”, ONG inserita nell’ECOSOC ROSTER, che esprime quattro rappresentanti all’ONU. L’obiettivo è quello di cooperare per la promozione ...
Leggi Tutto
due denunciati per furto energia grazie a Padre Pio

Energia, bollette insolute per un miliardo di euro. Adiconsum: “Tutelare chi è in regola”

Sembra ammontare a un miliardo di euro l'ammontare delle bollette dell'energia elettrica insolute in tutto il territorio nazionale. "Ciò che preoccupa, adesso, è che per far fronte alla crisi dei fornitori, sembrerebbe che la giustizia amministrativa abbia ipotizzato che per ...
Leggi Tutto
“Matrimonio sicilian style”, venerdì al via il Buy Wedding

“Matrimonio sicilian style”, venerdì al via il Buy Wedding

Prenderà il via venerdì 23 febbraio, alle ore 16,30, la borsa internazionale dei matrimoni in Sicilia. Tre giorni dedicati al mondo del wedding in Sicilia con 25 buyers esteri che per la prima volta saranno a Palermo, fino a domenica ...
Leggi Tutto

Dario Fidora

Direttore editoriale

Pin It on Pinterest