Dopo 25 anni dalla strage di Capaci, l’auto di Giovanni Falcone tornerà in Sicilia

L’auto su cui viaggiavano Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, nel giorno dell’attentato di Capaci, il 23 maggio del 1992, tornerà a Palermo, dopo 25 anni.
Quel che resta dell’auto è un ammasso di lamiere ripiegato, un cubo di metallo e gomma, una scultura dell’orrore, che ricorda la violenza mafiosa dell’attentato in cui morirono, coi giudici, anche i poliziotti della scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.
L’auto è custodita in una teca all’interno della Scuola di Polizia di Peschiera del Garda, ma dal 2 maggio sarà spostata attraverso delle tappe che la porteranno da Sarzana (La Spezia) a Palermo. Qui la macchina ritornerà dopo 25 anni, in quel terreno dove fu scaraventata dall’esplosione. Ora quel terreno è diventato un giardino pubblico che si chiamerà Giardino Quarto Savona Quindici, il nome in codice dell’auto di scorta.
Quarto Savona Quindici è anche il nome dell’Associazione fondata da Tina Montinaro, la vedova di Antonio che all’epoca della morte del marito aveva 32 anni e due bambini piccoli. Tina volle restare a Palermo, continuare a vivere lì per non far dimenticare il sacrificio del marito e dei suoi colleghi.
Oggi Tina Montinaro è a Milano, nello stand della rivista PoliziaModerna a “Tempo di libri” per presentare “La memoria in marcia”, la sua nuova opera per coinvolgere chi ha vissuto quegli anni a distanza di centinaia di chilometri, ma soprattutto gli studenti che non conoscono le storie di coraggio di chi ha lottato per la giustizia, fino a sacrificare la vita per il bene comune.

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra al'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto
Il futuro della Sicilia sull'asse Palermo-Roma

Società a controllo pubblico, Armao: “Tema centrale nell’azione di governo”

Nell’ambito del convegno dal titolo -Le società a Controllo Pubblico- che si terrà nell’intera giornata di oggi e di domani a Villa Malfitano a Palermo, nella sessione pomeridiana odierna, con inizio alle ore 14.30, interverrà il Vice Presidente della Regione ...
Leggi Tutto

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest