Ippodromo chiuso, protesta dei lavoratori in corteo dal Teatro Massimo alla Prefettura

Hanno raggiunto la sede della Prefettura in via Cavour dopo aver manifestato davanti il Teatro Massimo. Sono i lavoratori dell’ippodromo di Palermo chiuso per “mafia” dall’8 marzo scorso. In tutto 400 persone che adesso si trovano senza lavoro. A chiedere la riapertura della struttura sono anche i driver e quelli che si occupano della manutenzione dei cavalli.

Sulla vicenda interviene Giovanni Cascio presidente della Ires, società di gestione delle corse che ribadisce la necessità di riaprire l’Ippodromo. “Noi – spiega Cascio – chiediamo un aiuto alle autorità e alle Forze dell’Ordine per contrastare il rischio di infiltrazioni. Non abbiamo ancora avuto risposte. E anche Giovanni La Rosa rappresentante dei guidatori parla di misura eccessiva: “Le indagini esistono da un vita, e si possono anche fare con l’ippodromo aperto”.

Per Enzo Campo della Cgil servono risposte certe. “L’ippodromo di Palermo – dice Campo – rappresenta un punto importante per lo sport palermitano ma deve agire dentro un quadro di legalità e nel massimo di pulizia. Noi torneremo a chiedere al Prefetto che si faccia un tavolo per avere certezze. Perché fermo restando le indagini che ci sono in corso, vorremmo sapere qual è la situazione e se sarà possibile  ricorrere agli ammortizzatori sociali per i lavoratori”.

E parla anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. “Nel confermare, anche in questa occasione, il nostro ringraziamento e sostegno alla magistratura ed alle forze dell’ordine, perché le verifiche siano attente, capillari e scrupolose, auspichiamo che questa vicenda possa avere percorso netto e veloce,  affinché l’ippodromo cittadino possa riprendere, in tempi ragionevolmente brevi,  la sua attività, all’interno di un indispensabile alveo di legalità e trasparenza. Non si può trascurare – aggiunge Orlando – che al di là del fenomeno sportivo e ludico, l’ippodromo costituisce l’unica fonte di reddito e di sostentamento  per la maggior parte degli operatori dell’indotto e per i rispettivi nuclei familiari, che proprio in un percorso di legalità devono trovare garanzie e tutele”.

 

 

Mattarella in visita a Catania, inaugurazione del viale intitolato a Ciampi

Mattarella in visita a Catania, inaugurazione del viale intitolato a Ciampi

Visita oggi del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel quartiere di Librino a Catania, dove ha preso parte all’inaugurazione di viale Carlo Azeglio Ciampi. Alla cerimonia hanno partecipato anche il figlio dell’ex Capo dello Stato, Claudio Ciampi, il governatore della ...
Leggi Tutto
Spari contro centro ricreativo africano a Vittoria, indagano i Carabinieri

Spari contro centro ricreativo africano a Vittoria, indagano i Carabinieri

Sparati contro un centro ricreativo di persone nordafricane in via Senia a Vittoria, nel Ragusano, quattro colpi di pistola. Ad intervenire i Carabinieri, che stanno ascoltando alcuni testimoni. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, i colpi sarebbero stati sparati ...
Leggi Tutto
Senza né acqua né cibo, guardie zoofile Oipa salvano 10 cani in una villa a Mondello

Senza né acqua né cibo, guardie zoofile Oipa salvano 10 cani in una villa a Mondello

Dieci cani completamente abbandonati a se stessi, sporchi, senza né acqua né cibo e con evidenti ferite sanguinanti, sono stati trovati all’interno di una villa dismessa, costretti a vivere tra le loro feci, diversi rottami e senza un riparo, a ...
Leggi Tutto
Lezioni di cicloturismo, appuntamento il 19 gennaio con Ciclabili Siciliane

Lezioni di cicloturismo, appuntamento il 19 gennaio con Ciclabili Siciliane

Lezioni di cicloturismo, per trasformare un’attività ludica in un’opportunità economica, con effetti benefici per tutto il territorio siciliano. A tenerle l’associazione Ciclabili Siciliane, giunta al terzo appuntamento - previsto il prossimo 19 gennaio, dalle ore 19 alle 21, presso il ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest