Vampate di calore, se arrivano troppo presto il cuore è a rischio

Di solito sono un chiaro e fastidioso segno dell’arrivo della menopausa. Se compaiono prima del previsto, invece, le vampate di calore possono ricollegarsi a una riduzione della capacità dei vasi sanguigni di dilatarsi, con conseguenti rischi cardiaci per chi ne soffre. È quanto rivelato da una ricerca pubblicata sulla rivista Menopause e condotta dalla University of Pittsburgh School of Medicine.

A tal conclusione si è giunti prendendo in esame 272 donne non fumatrici tra i 40 e i 60, per verificare la relazione tra le vampate di calore e la funzione delle cellule endoteliali, ovvero quelle che rivestano l’interno dei vasi sanguigni.

Così facendo, gli studiosi americani hanno osservato un effetto delle caldane sulla capacità di dilatarsi dei vasi sanguigni solo nelle donne con meno di 54 anni e non in quelle più grandi, con un’età compresa tra i 54 e i 60 anni. Non solo. Il disturbo, oltre che con la salute cardiovascolare, sembra avere un certo legame anche con quella delle ossa e del cervello.

Pin It on Pinterest