Palermo, Zamparini vuole licenziare Diego Lopez ma Baccaglini frena

Il Palermo è nel caos. Diego Lopez ad un passo dall’esonero mentre il diesse del Palermo, Nicola Salerno, mercoledì potrebbe salutare tutti e andare via. Il giorno dopo del 4-0 incassato dal Milan a San Siro è turbolento. L’ex patron Maurizio Zamparini, ufficialmente solo consulente dei rosanero, spingerebbe per l’esonero del tecnico mentre il presidente Baccaglini è ancora indeciso. Le 5 sconfitte consecutive pesano tantissimo e la parola data a Lopez sembra ormai in bilico.

Diego Lopez è una bravissima persona, un eccellente professionista – ha detto Baccaglini dal Vinitaly dov’è ospite -. Al nostro interno stiamo analizzando tutti i dati, ma non banalizzo il tutto dicendo “Rimane” o “Non rimane”. Ciò che è certo è che dobbiamo dare una scossa a questa squadra”. Sarà un caso ma Davide Ballardini, “pallino” di Zamparini, è stato contattato ed è in pole position per la sostituzione. Il tentativo, secondo Zamparini, sarebbe agganciare l’Empoli puntando alla salvezza. Per questo il Palermo sarebbe disposto a offrire al tecnico la riconferma anche in caso di retrocessione ma Ballardini, scottato dalle precedenti esperienze, avrebbe rifiutato.

Pin It on Pinterest