La mafietta secondo loro / 2

Cos'è la mafietta? - Seconda puntata

La lagnusia che diventa abuso, l’incapacità di essere normali. Per i siciliani sono questi i connotati prevalenti del sopruso quotidiano. Seconda puntata della nostra inchiesta

Salvo La Rosa

Mi batto da sempre nella vita privata, in tv e nei miei spettacoli contro ogni atteggiamento da “mafietta”. Dobbiamo sforzarci di essere normali e saper vivere quotidianamente in mezzo agli altri, di fare la fila alle poste, di mettere cinture o casco anche per percorrere 30 metri, di non parlare al telefonino mentre guidiamo. L’educazione civica deve arrivare dalle famiglie, dalle scuole e anche da chi ha un ruolo pubblico nella società. Non bisogna predicare bene e razzolare male

Marcello Mordino, attore

Premesso che sono sempre più intollerante a ogni sopruso anche perché vecchio, e noi vecchi diventiamo sempre più intolleranti… Non sopporto le auto parcheggiate davanti agli scivoli dei disabili. La lagnusia, tipica siciliana che ci porta a lasciare l’auto nel parcheggio più vicino per non fare 50 metri a piedi, in questo specifico caso si trasforma in vera e propria cattiveria nei confronti di chi ha problemi reali.

Pietro Busetta

Superare una fila, andare per le corsie preferenziali, farsi regalare il biglietto del teatro o del cinema. Ma anche prenotare la visita superando chi sta in lista di attesa da mesi non è una “mafietta” di poco conto. Atteggiamenti deprecabili e certamente condannabili. La caratteristica più pericolosa della nostra città è quella che non fa il giusto distinguo tra la gente perbene e quella meno


Leggi > La mafietta secondo loro / prima puntata

Pin It on Pinterest