Svezia, un chip sottopelle nella mano e 150 dipendenti si trasformano in “cyborg” umani

Un chip sottopelle che ti cambia la vita e ti trasforma in un cyborg umano. Il progetto è stato sviluppato dall’azienda svedese Epicenter di Stoccolma che ha deciso, su base volontaria, di impiantarlo ai propri dipendenti e non solo a loro. Uno strumento in linea con l’attuale progresso scientifico, ma che pone dei legittimi interrogativi soprattutto in tema di privacy.

“Non emergono timori per la violazione della privacy, viste anche le severe leggi svedesi in merito” – dice Patrick Mesterton, amministratore delegato di Epicenter -. “Il maggiore beneficio offerto dal chip è la convenienza e la praticitá – aggiunge Mesterton – perché ti offre funzioni multiple senza ricorrere a carte di credito, documenti d’identità o chiavi”. L’azienda ha dichiarato che il chip è biologicamente sicuro. Però offre a chi lo installa la possibilità di controllare quanto spesso vai al lavoro, o anche che cosa acquisti.

Sono stati 150, tra i 2.000 dipendenti dell’azienda e gli esterni, che hanno deciso di farsi impiantare il microchip. In maggioranza sono stati i giovani, che lavorano proprio nel complesso di Epicenter a sottoporsi all’intervento, che è assolutamente indolore.

Una siringa con un sottolissimo ago inietta in pochi secondi, tra il pollice e l’indice della mano, il microchip non più grande di un chicco di riso. E la “mutazione” è fatta, trasformando il soggetto in un vero e proprio cyborg umano. Da quel momento sarà possibile, ad esempio, pagare la spesa avvicinando la mano a un lettore, esibire la carta d’identità, aprire le porte, azionare computer e stampanti e timbrare anche il cartellino d’entrata e di uscita dal proprio posto di lavoro. Tutto sempre e solo con l’utilizzo della mano. Una vera rivoluzione che sicuramente inciderà nella vita di noi umani, ma con il rischio di essere sempre più “controllabili” e “identificabili”.

La Traccia, una spy story con venature esistenziali firmata Luciano Zaami

Perché un antiquario italiano vuole contattare il capo carismatico della resistenza al regime dittatoriale di una capitale europea? Per scoprirlo bisognerà seguire... La Traccia (o quanto meno bisognerà leggerla), il terzo romanzo di Luciano Zaami, scrittore nisseno oggi trapiantato a ...
Leggi Tutto
Enterogermina, ritirati cinque lotti di confezioni in via precauzionale

Enterogermina, ritirati cinque lotti di confezioni in via precauzionale

Sono stati ritirati dagli scaffali delle farmacie italiane cinque lotti di Enterogermina in capsule, medicinale da banco che viene utilizzato per ricostituire la flora intestinale. È stata la stessa casa farmaceutica produttrice del medicinale, la Sanofi, a ritirate in modo volontario ...
Leggi Tutto
graduatorie asili nido Palermo Un contributo pari a 500 mila euro che permetterà alle scuole paritarie, ai nidi d’infanzia pubblici o privati e alle scuole statali di avviare le sezioni primavera.

Asili Nido, approvate le graduatorie definitive per le iscrizioni dell’anno scolastico 2018/19

Il Dirigente del Servizio Attività comunali rivolte all'infanzia comunica che con Determinazione Dirigenziale n. 179 del 21.05.2018. pubblicata all'Albo Pretorio, sono state approvate le graduatorie definitive relative alle iscrizioni presso gli Asili Nido comunali per l’anno scolastico 2018/2019. Le suddette ...
Leggi Tutto
Dario Miceli

Al “Pala Don Bosco” il Memorial Dario Miceli, un torneo di pallavolo per ricordare il giornalista palermitano

Dario Miceli, giornalista palermitano e volto noto della Rai, era anche un apprezzato pallavolista. A un anno dalla sua prematura scomparsa, la famiglia e gli amici, insieme al mondo della pallavolo che Dario ha sempre frequentato, giocando nella serie A ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest