Il Tribunale di Milano: “Divorzio giusto, la moglie è posseduta dal demonio”

Una sentenza incredibile del Tribunale civile di Milano. In una causa di separazione ha deciso che il marito ha ragione nel chiedere il divorzio per i comportamenti della moglie, secondo lui frutto di una possessione del demonio. Ma non poteva chiedere l’addebito della colpa perché la diagnosi dei medici parla di azioni inconsapevoli e di una persona “chiaramente agìta”, cioè che compie azioni in maniera indipendenti dalla propria volontà.

Il marito aveva chiesto il divorzio per l’ossessione religiosa della consorte e per “devastanti comportamenti compulsivi di possessione demoniaca” con tanto di prove di presunti fenomeni inspiegabili confermati da estranei, dal parroco e da un frate cappuccino. In particolare la signora sarebbe stata presa da convulsioni corporee “che richiedono l’ intervento di terze persone in funzione contenitiva” ma avrebbe improvvisamente sviluppato una forza sovrumana e si sabbe persino sollevata in aria. Insomma uno scenario da film dell’orrore, di quelli con il demonio in primo piano, che il Tribunale, in parte, ha confermato.

Negli atti si legge che “tutte testimonianze convergono nel confermare comportamenti parossistici della signora”, che si tratta di “eventi singolari” e “fenomeni inspiegabili” tanto che la donna – sottoposta a esami di tutti i tipi – “non risulta affetta da alcuna conclamata patologia tale da poter spiegare i fenomeni”. Per questi motivi i giudici hanno deciso che “la separazione non può essere addebitata alla moglie perché difetta il requisito della imputabilità soggettiva di questi comportamenti”. In pratica non è pazza, né fa finta ma semplicemente “non agisce consapevolmente” e gli “inspiegabili fenomeni subìti dalla signora sono la causa e non la conseguenza del suo atteggiamento di esasperata spiritualizzazione”, attraverso il quale «fa quello che può per guarire”. Per gli aspetti più pratici della separazione: al marito resterà la casa coniugale mentre la moglie percepirà un assegno di mantenimento.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto