Palermo, passante ferroviario: saranno settanta i licenziamenti da parte della Sis

Saranno settanta i licenziamenti che la Sis, consorzio di imprese che lavora alla realizzazione del passante ferroviario a Palermo, effettuerà a partire da luglio fino al 15 settembre, secondo l’accordo raggiunto tra la stessa azienda e i sindacati. Una trattativa che si è sbloccata all’Ufficio provinciale del lavoro e che vedeva da una parte la Sis con una proposta di 175 licenziamenti immediati, dall’altra i sindacati che ne chiedevano la cassa integrazione.

Resta in bilico il futuro dei rimanenti 105 operai. Se i lavori proseguiranno dovrebbero mantenere il loro posto di lavoro. Nodo cruciale lo sblocco dei lavori in vicolo Bernava, dove nel corso degli scavi una falda acquifera ha sommerso la galleria lesionando 16 palazzine.

L’accordo tra Sis e sindacati prevede anche un nuovo incontro a metà settembre per fare il punto sui lavori e che l’azienda non ceda alcun lavoro in subappalto.

Pin It on Pinterest