Titoli azionari “bidone”? Boom di cause a Palermo: in 100 chiedono risarcimenti

È boom di cause a Palermo per i titoli “spazzatura” venduti ai risparmiatori da Banca Popolare di Vicenza e dalle controllate Banca Nuova e Veneto Banca. Nell’inchiesta, l’ex presidente Gianni Zonin e l’ex amministratore delegato Samuele Sorato sono indagati per aggiotaggio e ostacolo alle autorità di vigilanza mentre all’Istituto di credito è stata elevata dall’Antitrust una multa di 4 milioni e mezzo di euro.

I correntisti italiani, che hanno acquistato titoli, il cui valore è passato da 62.5 euro a 1 centesimo, sono circa 100 mila di cui 100 solo nel capoluogo siciliano. Si sono rivolti allo studio legale Palmigiano, esperto nella tutela dei consumatori e in diritto bancario, per sperare in un risarcimento. Sulla base della sentenza di una settimana fa del Tribunale di Verona, la banca è stata condannata a pagare alla correntista che ha fatto causa il valore delle azioni acquistate oltre agli interessi legali e alla rivalutazione monetaria delle somme. Da Palermo partirà quindi una sorta di “class action” condotta dall’avvocato Alessandro Palmigiano, che la settimana scorsa ha vinto il premio Loy-Lawyer of the Year, patrocinato alla Commissione europea, alla Borsa italiana, quale studio legale d’eccellenza in diritto bancario per il Sud Italia.

La controversia è stata illustrata oggi nell’ambito della presentazione della settima edizione del seminario sui consumatori che si svolgerà venerdì 7 aprile, alle 9, al dipartimento di Studi europei e dell’integrazione internazionale dell’Università degli Studi di Palermo (via Ugo Antonio Amico). A illustrare il Seminario, oltre all’avvocato Palmigiano, anche Antonello Miranda, ordinario di Diritto privato comparato in Ateneo, organizzatori di un appuntamento, diventato ormai fisso, per illustrare le ultime sentenze in materia di diritto dei consumatori.

“Si tratta di un contenzioso in aumento – ha dichiarato Palmigiano – il 30 per cento dei clienti che si rivolgono al mio studio, tra privati e imprese, mi sottopongono cause con le banche. Ho notato spesso che tutto ciò è legato a un rapporto tra banca e clienti cambiato nel tempo, anche alla luce della trasformazione del ruolo degli istituti di credito, da erogatori di credito si sono, spesso, trasformati in società di investimenti”. Si parlerà non solo di titoli ma anche di black list e di home banking. Uno dei casi più eclatanti riguarda una donna finita nelle “sofferenze” della Banca d’Italia senza essere avvertita per tempo che ha fatto rircorso all’Arbitro bancario per risolvere il problema ma aumentano in maniera esponenziale le denunce su errori o furti, attraverso il fenomeno del “phishing” per operazione di banche online o postali.

 

 

 

Cassibile, inaugurata la Centrale idroelettrica dopo i lavori

Inaugurata la Centrale Idroelettrica rinnovata dopo i lavori a Cassibile , in provincia di Siracusa. Costruita nel 1908, la Centrale è stata uno dei primi impianti di produzione energetica della Sicilia orientale. Ha prodotto energia elettrica anche durante la Seconda Guerra Mondiale, ...
Leggi Tutto
La Fondazione The Brass Group presenta domenica 17 Dicembre, presso il Blue Brass - Ridotto dello Spasimo, i Palermo Spiritual Ensemble

Fondazione The Brass Group presenta Palermo Spiritual Ensemble

La Fondazione The Brass Group è lieta di presentare, domenica 17 Dicembre, presso il Blue Brass - Ridotto dello Spasimo i Palermo Spiritual Ensemble, l'appuntamento storico che riunisce la città in occasione del Natale. Saranno due concerti: il primo previsto per ...
Leggi Tutto
Cane randagio

Amici a quattro zampe: “Sanzioni severe contro tracce indesiderate sui marciapiedi”

"In molte zone della Città, sia nei quartieri popolari che in quelli residenziali”, - dichiara Marcello Susinno, consigliere di Sinistra Comune - “per i cittadini è una autentica umiliazione fare lo slalom fra le feci dei cani per evitarne l'indesiderato contatto ...
Leggi Tutto
Rettifica Irfis: è più che opportuno riconoscere all’Irfis ed al suo management la correttezza del suo operato e informarne i siciliani

Irfis, i bilanci sono regolarmente approvati

Ill.mo Direttore, mi permetto di scriverLe inerentemente ad un articolo comparso sulla testata da lei diretta, il Gazzettino di Sicilia.it, dal titolo Il futuro della Sicilia sull'asse Palermo Roma a firma della stimata Miriam Di Peri rispetto al fatto che ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest