Revenge porn: ecco i nuovi strumenti di Facebook per bloccare le immagini hot

Un sistema automatico di confronto e identificazione delle fotografie per contrastare il fenomeno del revenge porn, ovvero la pubblicazione di immagini intime e private senza il permesso della persona coinvolta. Facebook corre ai ripari e mette a disposizione di tutti i suoi iscritti nuovi strumenti  per segnalare più facilmente le immagini e impedire che siano nuovamente pubblicate dopo la loro eliminazione dal social network.

Con i nuovi strumenti una foto, una volta “segnalata” con l’apposito menù in alto a destra nel post, viene dapprima valutata e poi rimossa dal gruppo controllo dei contenuti. Dopo la rimozione dal social network, nel caso ci sia un tentativo di reinserimento, il sistema riconosce le immagini e ne impedisce la pubblicazione. Un divieto che vale anche per le altre applicazioni gestite da Facebook, come Messanger e Instagram.

Con questa soluzione Facebook spera di combattere la circolazione di immagini hot diffuse senza consenso, riducendo drasticamente il fenomeno del revenge porn.

Pin It on Pinterest