Inchiesta su turbativa d’asta. Prosciolto l’ex sindaco di Licata, Angelo Graci e altri 15 indagati

Il gip Alfonso Malato ha disposto l’archiviazione dell’inchiesta a carico dell’ex sindaco di Licata, Angelo Graci e di altre 15 persone anch’esse prosciolte. “Non sono emersi elementi utili – ha dichiarato il gip – per la prosecuzione delle indagini e per sostenere l’accusa in giudizio”.

Il magistrato, dopo l’udienza, aveva chiesto al pm di verificare che ci fosse stato un maggiore esborso in termini di erogazione di stipendi. Una circostanza per valutare l’eventuale reato di abuso di ufficio e di turbativa d’asta.

L’indagine era scattata a seguito di esposti sia anonimi che con dichiarazioni. Insieme all’ex sindaco di Licata erano finite sotto inchiesta altre quindici persone. Si tratta degli assessori della sua giunta e di alcuni dirigenti del Comune di Licata, che avrebbero firmato le direttive che, poi, hanno dato vita al raggruppamento di due aree. Fatto questo che avrebbe potuto provocare un danno erariale all’ente.

 

 

 

Pin It on Pinterest