Catania domani con il Francavilla ma con lo sciopero del tifo

La crisi del Catania è senza fine e ora si aggiungono anche i tifosi che hanno proclamato lo sciopero del tifo. Dopo la sconfitta in casa del Catanzaro, la quinta consecutiva, gli etnei dovranno affrontare domani, mercoledì 5 aprile, il Francavilla ma al “Massimino” ma senza la Curva Nord. Il settore già vuoto contro il Foggia, resterà deserto anche per la partita che dovrebbe risolevvare le sorti della squadra di Pulvirenti.

Il Catania, che spera ancora nei playoff, dovrà puntare tutto sulle proprie forze perché i sostenitori rossoblù hanno deciso di andare a seguire la squadra femminile che giocherà alle 17.30 a Belpasso. Sulla pagina Facebook “La domenica allo stadio” la Curva Nord ha spiegato i motivi della protesta: “Abbiamo noi la colpa, siamo noi la causa? Sconfitte, umiliazioni, menzogne, teatrini, silenzi. C’è chi non ha il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, chi continua a puntare il dito contro chi come noi ama veramente senza nulla chiedere in cambio. Non possiamo assistere a tutto ciò senza nemmeno poter esprimere la nostra opinione sugli spalti. Siamo stanchi ed incazzati ma non rassegnati. Costretti ancora una volta a dare un segnale forte. Costretti a scuotere tutti. Domani canteremo per i nostri colori stringendoci intorno alla ASD Catania femminile. Appuntamento al Campo San Gaetano di Belpasso, dalle 17:30 si canta il vero calcio”.

Pin It on Pinterest