Francese: “Vi racconto la tragedia di casa nostra”

Il ritratto della famiglia nelle parole di Giulio, primogenito di Mario, un ragazzo a cui rubarono il padre e la giovinezza

Giulio, compagno di scuola e di squadra, collega e complice delle prime avventure radiofoniche di qualche decennio fa. Giulio, figlio di Mario, posso dire di averlo conosciuto un po’ più da vicino soltanto da pochi giorni. Ho letto nei suoi occhi lo smarrimento ancora presente per un abbandono precoce. E sentito nella sua voce il turbamento che il tempo non riesce a cancellare. Trentotto anni dopo la storia più straziante da scrivere, ciò che accadde alla sua famiglia, privata di un padre, di un marito e dell’unico sostegno economico. Giulio, figlio di Mario, a cui la mafia ha anche rubato un pezzo di vita. L’adolescenza di Giulio si è fermata a 20 anni. Data in cui comincia il racconto. Era il 26 gennaio 1979, sull’asfalto di viale Campania giace il corpo senza vita di Mario Francese.

Ascolta l’intervista
[sc_embed_player fileurl=”https://www.radio.tv.it/ldf/webradio/il-cielo-sopra/Itw_Giulio_Francese_170329.mp3″]


Widget not in any sidebars