Camera, deputati M5s sospesi per 15 giorni. Di Maio: “Il loro obiettivo è prendersi la pensione”

Quindici giorni di sospensione per 19 deputati del Movimento 5 Stelle per la tentata irruzione mentre era in corso l’ufficio di presidenza della Camera dello scorso 22 marzo. Lo ha stabilito lo stesso ufficio, che si è riunito oggi proprio per stabilire le sanzioni. In totale sono 42 i deputati sanzionati. Ai 19 deputati  vanno aggiunti quelli che hanno protesto in Aula restando nei loro banchi, sospesi per 10 giorni; quelli che hanno protestato sotto i banchi della presidenza, per 12 giorni, e chi ha protestato davanti alla porta dell’ufficio di presidenza,  per 5 giorni. La protesta era scoppiata dopo che era stata bocciata la loro proposta sulle pensioni dei parlamentari in ufficio di presidenza.

I giorni di sospensione saranno scaglionati in tre fasce per evitare un’assenza di massa del Movimento 5 Stelle in Aula: la prima a partire dal 6 aprile, la seconda dal 17 maggio e l’ultima il 22 giugno. In ogni caso le sospensioni non riguarderanno i giorni in cui sarà votato il biotestamento, così come chiesto dai pentastellati.

L’episodio del tentativo di irruzione è stato giudicato dall’ufficio di presidenza della Camera “un fatto senza precedenti e di una gravità assoluta, un serio attentato al libero dispiegarsi del confronto e del funzionamento delle istituzioni, reso ancor più grave dalle modalità aggressive”.

Oggi, intanto, gli esponenti del M5S sono usciti dal Palazzo e si sono messi in fila mostrando ognuno un cartello con il volto dei deputati che hanno bocciato la proposta per equiparare le pensioni dei deputati a quella dei normali cittadini, estendendo la legge Fornero anche ai parlamentari. Su ogni cartello, oltre a nome, foto e partito dei deputati, lo slogan #sifreganolapensione. “Non ci mandano a votare perché il loro obiettivo è prendersi la pensione”, attacca Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e deputato M5S. “Noi non ci arrendiamo. Avranno vinto una battaglia ma ancora non la guerra”.

Viale Emilia, Associazione Comitati Civici: “Armadietto ripetitore pericoloso e illuminazione carente”

Un armadietto ripetitore non a norma e pericoloso per i passanti in viale Emilia, all'altezza del civico 3, a Palermo. La segnalazione al gazzettinodisicilia.it arriva dall'Associazione Comitati Civici, che denuncia la carenza di illuminazione nella stessa strada. "Abbiamo notato un ...
Leggi Tutto

Asp di Palermo, basta attese per il ticket. Ecco SmarTurno

Consente di cercare la struttura più vicina, scoprire in anticipo il numero di persone in attesa allo sportello ed ottenere il ticket senza doversi recare sul posto, poi una notifica avviserà quando è il momento del proprio turno. E’ SmarTurno il nuovo ...
Leggi Tutto

Giardino della Zisa, Associazione Comitati Civici: “Manca manutenzione, turismo danneggiato” (Foto)

"Sporcizia e atti vandalici al Giardino della Zisa", la denuncia arriva dall'Associazione Comitati Civici, che da anni sollecita il Comune di Palermo a potenziare la manutenzione nella zona, sia all'interno che all'esterno. In particolare, di recente, sul lato sinistro una ...
Leggi Tutto
Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello: nelle Unità operative di Ematologia 1 e Oncologia si esibiranno Pierpaolo Petta e Aldo Oliveri

Musica nei reparti ospedalieri: arriva il duo Petta – Oliveri

Terzo appuntamento del ciclo di spettacoli nei reparti ospedalieri dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello. Alle ore 16 del 14 dicembre, nelle Unità operative di Ematologia 1 e Oncologia si esibiranno Pierpaolo Petta alla fisarmonica e Aldo Oliveri alla tromba. Il ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest