Camera, deputati M5s sospesi per 15 giorni. Di Maio: “Il loro obiettivo è prendersi la pensione”

Quindici giorni di sospensione per 19 deputati del Movimento 5 Stelle per la tentata irruzione mentre era in corso l’ufficio di presidenza della Camera dello scorso 22 marzo. Lo ha stabilito lo stesso ufficio, che si è riunito oggi proprio per stabilire le sanzioni. In totale sono 42 i deputati sanzionati. Ai 19 deputati  vanno aggiunti quelli che hanno protesto in Aula restando nei loro banchi, sospesi per 10 giorni; quelli che hanno protestato sotto i banchi della presidenza, per 12 giorni, e chi ha protestato davanti alla porta dell’ufficio di presidenza,  per 5 giorni. La protesta era scoppiata dopo che era stata bocciata la loro proposta sulle pensioni dei parlamentari in ufficio di presidenza.

I giorni di sospensione saranno scaglionati in tre fasce per evitare un’assenza di massa del Movimento 5 Stelle in Aula: la prima a partire dal 6 aprile, la seconda dal 17 maggio e l’ultima il 22 giugno. In ogni caso le sospensioni non riguarderanno i giorni in cui sarà votato il biotestamento, così come chiesto dai pentastellati.

L’episodio del tentativo di irruzione è stato giudicato dall’ufficio di presidenza della Camera “un fatto senza precedenti e di una gravità assoluta, un serio attentato al libero dispiegarsi del confronto e del funzionamento delle istituzioni, reso ancor più grave dalle modalità aggressive”.

Oggi, intanto, gli esponenti del M5S sono usciti dal Palazzo e si sono messi in fila mostrando ognuno un cartello con il volto dei deputati che hanno bocciato la proposta per equiparare le pensioni dei deputati a quella dei normali cittadini, estendendo la legge Fornero anche ai parlamentari. Su ogni cartello, oltre a nome, foto e partito dei deputati, lo slogan #sifreganolapensione. “Non ci mandano a votare perché il loro obiettivo è prendersi la pensione”, attacca Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e deputato M5S. “Noi non ci arrendiamo. Avranno vinto una battaglia ma ancora non la guerra”.

Jose Marano

Made in Sicily, la tecnologia Blockchain un’incredibile opportunità

La deputata Ars Jose Marano, firmataria di una proposta di legge sulla tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain, martedì 13 novembre a Milano all’evento organizzato da Davide Casaleggio B2B sul futuro digitale del business tra aziende: come la Blockchain rivoluzionerà il ...
Leggi Tutto
Il Golfo di Mondello, Palermo

A Genova il convegno nazionale Unicom sul marketing della destinazione

I Travel Marketing Days, in programma a Genova dal 22 al 25 novembre, con l’organizzazione di Studiowiki e la direzione scientifica di Roberta Milanosono, un evento che ha come tema principale il marketing del turismo, ogni anno declinato su differenti ...
Leggi Tutto
FullTimeSubito incontra ministro Villarosa

Comitato lavoratori postali: “Felici per crescita Poste Italiane. Fondamentali impegno, professionalità e sacrifici dei lavoratori”


Nato in Sicilia a giugno dopo che azienda e sindacati hanno sottoscritto un discusso accordo sulle politiche attive del lavoro, il comitato "#FullTimeSubito per i lavoratori postali" è diventato promotore di un grande movimento di protesta che sta iniziando a ...
Leggi Tutto
cantieri

Tutti i cantieri edili siciliani, domani si fermeranno in memoria delle vittime del maltempo nell’Isola

Morte per incuria, per il mancato rispetto delle regole e per la lentezza nella messa in sicurezza del territorio. Cgil, Cisl e Uil: “Far partire subito i cantieri per la prevenzione del rischio idrogeologico e quelli per le infrastrutture siciliane” ...
Leggi Tutto