Fobia del volo. Riparte il progetto “paura di volare? no problem” tra Comune di Palermo, Asp, Enav, Gesap e compagnia aerea Dat

Il 98,7% dei pazienti che hanno terminato il percorso psicoterapeutico nell’ambulatorio per i disturbi psicosomatici dell’UOC di Psicologia dell’Asp di Palermo, hanno superato la fobia del volo.

Sono più di 1.500 le persone che hanno aderito fino ad agosto del 2018 al modello di intervento psicoterapeutico unico nel suo genere nel servizio sanitario pubblico.

Il progetto, denominato “Paura di Volare? No Problem”, di cui è responsabile scientifico la psicoterapeuta dell’Asp di Palermo, Maria Teresa Triscari, è nato nel 2009 dalla collaborazione tra l’Azienda sanitaria del capoluogo siciliano, l’ENAV (la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia) e la Gesap (società di gestione dell’Aeroporto di Palermo Falcone e Borsellino) alle quali si è aggiunto il Comune di Palermo.

Giovedì prossimo, 30 gennaio, alle ore 13 nella Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile a Palermo, in occasione della firma di un nuovo protocollo d’intesa, sarà presentato alla stampa l’accordo tra Enti (al quale ha aderito, in qualità di partner, la compagnia aerea DAT) che consentirà, già dal prossimo mese di febbraio, di far ripartire il progetto “Paura di Volare? No problem” con un nuovo corso della durata di tre mesi rivolto a 25 utenti.

All’incontro con i giornalisti parteciperanno il Sindaco di Palermo , Leoluca Orlando; il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni; il Responsabile ENAV Operations Center and South, Marco Voli; l’Amministratore Delegato di Gesap SpA, Giovanni Scalia e per la compagnia aerea DAT, il Direttore generale, Luigi Vallero ed il Direttore commerciale DAT Italia, Andrea Pietrobelli.