Esami di maturità, i Maneskin entrano al Cannizzaro

Gli alunni delle quinte classi del Liceo scientifico S. Cannizzaro di Palermo hanno deciso di dedicare una canzone all’esame di maturità.

Un esame che con la nuova riforma ha subìto numerosi cambiamenti: dall’abolizione della terza prova scritta e del percorso plurodisciplinare (la famosa tesina) alla scelta dello studente di una busta sigillata contenente argomenti per iniziale il colloquio orale.
Una canzone-protesta accompagnata dalle note del tormentone “Torna a casa” dei Maneskin che con una pungente ironia descrive l’incertezza delle prime classi che dovranno sostenere una nuova tipologia di esame.
E allora, con l’augurio che gli studenti malcapitati possano mirare anche a voti più alti della sufficienza, eccovi “il 60 porto a casa”.


Widget not in any sidebars