Salernitana… buriana

Eccola arriva l’armata salernitana di granata vestita, sinonimo per i colori rosanero di buriana assicurata!

Si perché sin dai tempi del vecchio Vestuti le gare coi campani sono state sempre di non semplice lettura, in un sol termine camurruse.
Il ricordo (rigorosamente senza supporto informatico) va ai pomeriggi a fine anni 80 in Trapani quando non si riusciva mai a digerire la Salernitana di Ago Di Bartolomei che ci incartava quasi sempre le partite, si era in C…, o a tale Babú, all’anagrafe Anderson Rodney de Oliveira, che ad inizi anni 2000 fece impazzire Sicignano & C. trasformando un pomeriggio a Salerno in una sconfitta da inferno, in uno dei pochi sussulti di una carriera da decoroso mestierante della pelota di provincia.
Per finire con la doppietta di Bogdani nell’anno della Fantastica Promozione costata la panchina al pasionario Silvio Baldini: correva Gennaio 2004… Scongiuro libero!
E dunque arriva la Salernitana e la buriana è già garantita già in anticipo fuori dal campo dalle sirene (o arpie fate vobis…) d’Albione, inglesi, proprietarie o in pectore a divenirlo (ai posteri l’ardua sentenza….), col loro canto ineffabile che anche il nostro “novello Ulisse” Rino Foschi è costretto a sentire, ahi lui non legato al pennone di una nave…..
Come si dice da queste parti: c’è sempre carni nna’ pignata!


Widget not in any sidebars