Al via “Una marina di libri” all’Orto Botanico di Palermo, domani l’inaugurazione

Al via “Una marina di libri”: domani 7 giugno, alle 17,30, all’Orto Botanico di Palermo l’inaugurazione della kermesse, firmata da Piero Melati, promossa dal CCN Piazza Marina & Dintorni in collaborazione con le case editrici Navarra e Sellerio e la Libreria Dudi, con il sostegno di SIAE – “Società Italiana degli Autori ed Editori”. Fino a domenica, 10 giugno, l’Orto Botanico si trasformerà in un giardino letterario dedicato alla parola, scritta o pronunziata. “Cucitor di canti” appunto.

Dopo i saluti di Rosario Schicchi, direttore dell’Orto Botanico, Antonio Sellerio, Ottavio Navarra e Nicola Bravo, presidente del CCN si susseguiranno tante presentazioni e incontri. Alle 18 tocca a “Via delle Case Dipinte” di Beatrice Monroy, “Nonno albero”, “L’età dell’oro. Consigli per aspiranti scrittori raccontati al bar Cirenaica al fantasma” di Andrea Pazienza. Nella Serra Carolina si inaugura la mostra “Cento pagine” a cura del blog di editoria FNlibri di Federico Novaro, insieme con Marta Occhipinti e Andrea Vendetti. Una esposizione che riunisce i 77 volumi della collana ideata e diretta da Italo Calvino tra il 1971 e il 1985 e che permette di apprezzare il lavoro di Munari e Max Huber, che ne curarono la veste grafica.

Ancora, si parlerà di “L’esageratore. Moti in chiave di prosa” di Marco Bisanti, “Tutti in campo. E tu, conosci Peppino Impastato?” di Melania Federico e Adriana Saieva, illustrazioni di Letizia Algeri. Alle 19:30 in sala lanza la tavola rotonda “Dalla storia alla Storia: le tendenze del noir, tra fatti di cronaca e eventi storici”, un importante evento firmato da Quais du Polar – Festival Internazionale Lione e l’Istituto francesce di Palermo diretto da Eric Biagi. Intervengono: Piergiorgio Di Cara, Marc Fernandez e Olivier Truc. Alle 19,30 all’ombra del ficus la presentazione del libro “Patria 1967-1977” di Enrico Deaglio, mentre alla Serra Carolina il privo evento nato in collaborazione con la questura “Gli aneddoti, quello che le indagini non dicono” con Daniele Billitteri e Ivan D’Anna. Sul palco della marina alle 19,30 “Cucitor di canti, Le parole dette”, incontro con Mimmo Cuticchio, mentre alle 21 Riccardo Staglianò ci parlerà di “Lavoretti” e Giuseppe Tornatore di “Leningrado”. Alle 22,30 infine il reading “Palermo è Vucciria, Palermo è Rosalia!”, racconti illustrati di Ideestortepaper tra mercati, piazze e simboli di città e il concerto degli Utveggi.

La libreria Dudi curerà, per il quarto anno consecutivo, un ricco programma dedicato ai bambini e alle bambine, alle famiglie e agli operatori culturali con la presenza dei maggiori illustratori, autori e esperti di letteratura per l’infanzia.

Anche quest’anno “Una marina di libri” conferma il suo impegno per l’accessibilità e inclusività, grazie al supporto per le persone con disabilità motoria garantito dagli operatori alla mobilità di Aism – Associazione italiana sclerosi multipla, A.O.P.C.S. – Attività Operativa Protezione Civile e Sociale e Associazione San Marco; al servizio di interpretariato Lis degli eventi principali per le persone sorde; alla partnership con l’Uici – Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti che metterà a disposizione un dispositivo elettronico per la lettura e decodifica della pagina scritta e un pullman che ospiterà un laboratorio per la creazione di testi in Braille e un “bar al buio” in cui tutti possano provare l’esperienza della mancanza della vista.

Tutti gli eventi sono gratuiti ma l’ingresso alla manifestazione è soggetto a un contributo che andrà all’Università degli Studi di Palermo per il sostegno e la tutela dell’Orto botanico che ospita il festival. La manifestazione termina ogni giorno alle 24, con chiusura dei cancelli e ultimo ingresso alle 23:30. Venerdì 8 giugno, la manifestazione chiuderà a pranzo dalle 14 alle 16:30; sabato 9 e domenica 10 giugno l’ingresso sarà continuato dalle 10 alle 24.

Per ulteriori informazioni e consultare il programma completo della manifestazione, è possibile visitare il sito web dedicat all’evento.