Dalla crisi del bipolarismo al nuovo centrismo

Fine del centro destra, crisi del centro sinistra e nuovo centrismo all’orizzonte

La conclusione della crisi di governo ci restituisce un quadro politico assolutamente inimmaginabile alla luce della campagna elettorale e sconfessa in qualche modo la legge elettorale che va sotto il nome di Rosato. Si è sfarinata a destra, alla prova del governo, una coalizione senza un collante programmatico e di valori condivisi.

La Lega va al governo, ridimensionata, però,  nella sua capacità di rappresentanza dell’intero centro destra, Fratelli d’Italia si astiene, dopo che la Meloni aveva cercato di riconnettere all’ultimo minuto la sua leadership a quella di Di Maio e Salvini con un incarico prestigioso di governo. Così, Forza Italia va all’opposizione lasciando però aperto uno spiraglio all’approvazione di quei provvedimenti  rispondenti al programma di coalizione.
Un crollo della dimensione unitaria del centrodestra, dunque. Ma anche della stessa connotazione di centro-destra. E tutto questo viene confermato dai sondaggi di Piepoli ed Euromedia su Porta a Porta di ieri.
Queste rilevazioni segnalano, infatti, che un  centrodestra unito, se si presentasse alle elezioni, avrebbe come unico effetto quello di fare aumentare di 10 punti la consistenza del movimento Cinque Stelle.
[ Leggi tutto ]


Widget not in any sidebars