Giuliana Di Liberto in concerto con “Camera Rock”, Fuori Programma di Palermo Classica Winter Season

Giuliana Di Liberto porterà in concerto “Camera Rock”, un progetto artistico che rappresenti la sintesi di due mondi apparentemente in antitesi: il classico e il moderno. Si esibirà sul palco della Chiesa-Auditorium San Mattia ai Crociferi giovedì 10 maggio ore 21. Lo spettacolo rientra nel Fuori Programma di Palermo Classica Winter Season.

La straordinaria, elegante voce di Giuliana Di Liberto sarà accompagnata giovedì 10 maggio sul palco della Chiesa-Auditorium San Mattia ai Crociferiun da un quintetto d’archi e pianoforte formato da valenti musicisti di estrazione classica e jazzistica: Giuseppe Vasapolli ( pianoforte ), Marco Badami e Filippo Di Maggio ( violino) , Massimo Cantone ( viola ), Paolo Pellegrino ( violoncello ) e Romina Denaro ( contrabbasso ).

La scaletta spazierà dai Pink Floyd, ai Coldplay, dai Radiohead a Sting, dai Queen ai Muse, David Bowie, etc, e comprende capolavori internazionali che hanno entusiasmato, commosso e segnato la vita di intere generazioni.

Le sonorità che sono state create – attraverso raffinatissimi ed elaboratissimi arrangiamenti curati da Giuseppe Vasappoli, mettono in risalto la poliedrica natura di un progetto, il “CAMERA ROCK“, in grado di essere adatto sia a contesti più formali come stagioni concertistiche, conservatori o università sia ai clubs, festivals e altri luoghi di intrattenimento.

La linea di confine che divide la musica classica dalla cosiddetta popular music è stata spesso forzatamente marcata. Provocando, soprattutto nelle nuove generazioni, un progressivo allontanamento dalla musica classica. Così, partendo da queste premesse, è nata l’idea di questo progetto artistico che vuole rappresentare la sintesi di due mondi apparentemente in antitesi: il classico e il moderno.
Il classico ha da sempre evocato un’idea di bellezza estetica, perfezione, eleganza e purezza di stile. Camera Rock rappresenta in maniera inequivocabile questo speciale binomio eliminando ogni linea dei demarcazione tra i due mondi musicali