Inquinamento a Priolo: inchiesta sull’Isab. Indagato un funzionario

La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta su uno sversamento di combustibile nella rada di Augusta. Un funzionario dell’Isab di Priolo, società della multinazionale russa Lukoil, è stato iscritto nel registro degli indagati.

È stato anche disposto il sequestro dell’oleodotto dell’impianto Isab dove si è verificata la perdita. Una perdita che, secondo le prime verifiche, sarebbe di circa 300 mila litri di prodotto petrolifero fuoriuscito in mare, e che ha interessato anche la terraferma. Il prodotto petrolifero sarebbe stato contenuto dalle panne assorbenti. Sul posto sono intervenuti i tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale, che hanno prelevato alcuni campioni di acqua per analizzarla.


Widget not in any sidebars